Quali Segreti Nascondono le Dimore di Amedeo Fago e Lia Morandini?

Scopri la storia e l'architettura romana attraverso le dimore di Amedeo Fago e Lia Morandini, parte del progetto FRF - Four Roman Flats.

Share your love

  • Il progetto FRF - Four Roman Flats esplora le abitazioni di cittadini romani nati tra gli anni Quaranta e Cinquanta.
  • La mostra include le dimore di Amedeo Fago in Viale del Vignola 50 e Lia Morandini in Via Ricasoli.
  • La proiezione del video di Amedeo Fago avverrà il 15 giugno e sarà replicata il 16 giugno.

Il progetto FRF – Four Roman Flats, nato dall’iniziativa di Embrice nell’inverno 2010-2011, rappresenta un viaggio attraverso gli aspetti generazionali della città di Roma, focalizzandosi sulle abitazioni di cittadini nati tra gli anni Quaranta e Cinquanta. Questo progetto, che ha visto i suoi primi due appuntamenti con le mostre dedicate a “Casa Mazza” nel maggio 2011 e “Casa Alessandrini” nel gennaio 2012, giunge ora alla sua ultima tappa. L’esposizione corrente riunisce le dimore di Amedeo Fago e Lia Morandini, offrendo uno sguardo unico sulla vita e l’architettura romana.

Le Dimore di Amedeo Fago e Lia Morandini

La prima dimora, situata in Viale del Vignola 50 nel quartiere Flaminio, espone modelli, fotografie e disegni che raccontano la storia e l’evoluzione di questo spazio. La seconda dimora, all’Esquilino in Via Ricasoli, presenta immagini fotografiche, disegni e un modello in scala, offrendo un percorso storico-architettonico curato da Carlo Severati. Parte integrante della mostra è un video prodotto e diretto da Amedeo Fago, che sarà proiettato sabato 15 giugno e replicato domenica 16 giugno.

Il Percorso di Vita di Amedeo Fago

Amedeo Fago, nato a Roma, ha vissuto una vita ricca di esperienze e cambiamenti. Nato in via Civitavecchia n. 1 nel quartiere Salario, ha trascorso la sua infanzia e adolescenza in questa casa. Durante gli anni universitari, ha vissuto in vari appartamenti nel quartiere Prati e Flaminio, prima di stabilirsi con la sua famiglia in corso Trieste. Nel 1972, ha scoperto e preso in affitto dei locali semi-abbandonati nel quartiere Flaminio, che sono diventati “Il Politecnico”. Dopo vari spostamenti, nel 1981 ha acquistato un villino in una strada conosciuta come “piccola Londra”, dove ha vissuto fino al 2018. Attualmente, vive con Lia Morandini in un appartamento ristrutturato in via Ricasoli, dove ha applicato le sue riflessioni progettuali e scenografiche.

Il Rione Esquilino

Il rione Esquilino, uno dei quartieri più storici e vivaci di Roma, è stato il fulcro di molte iniziative culturali e artistiche. Con una storia che risale al tempo dei re di Roma, l’Esquilino è stato un punto di incontro per diverse generazioni e culture. Il quartiere è noto per la sua architettura umbertina e per essere un crogiolo di esperienze culturali. La mostra di Amedeo Fago e Lia Morandini si inserisce in questo contesto, offrendo un percorso storico-architettonico che permette di riscoprire le radici e l’evoluzione del rione.

I nostri consigli di viaggio

Per i viaggiatori occasionali, visitare le dimore di Amedeo Fago e Lia Morandini offre un’opportunità unica di immergersi nella storia e nella cultura romana attraverso un’ottica generazionale. Consigliamo di prenotare la visita in anticipo, poiché i posti sono limitati a 20 persone per proiezione. Inoltre, esplorare il rione Esquilino a piedi permette di scoprire angoli nascosti e storie affascinanti che arricchiscono l’esperienza.

Per i viaggiatori esperti, suggeriamo di approfondire la conoscenza del quartiere Flaminio, visitando “Il Politecnico” e altri luoghi significativi legati alla vita di Amedeo Fago. Questo quartiere, con la sua architettura e i suoi spazi culturali, offre una prospettiva unica sulla trasformazione urbana di Roma.

In conclusione, il progetto FRF – Four Roman Flats non è solo una mostra, ma un viaggio attraverso le vite e le storie di chi ha contribuito a plasmare la città di Roma. Che siate viaggiatori occasionali o esperti, questa esperienza vi lascerà con una nuova comprensione e apprezzamento per la ricchezza culturale e storica della capitale italiana.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 928

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *