La Svizzera in 7 giorni: quale itinerario on the road è perfetto per te?

Scopri un affascinante viaggio di 7 giorni attraverso la Svizzera, esplorando città storiche, magnifici paesaggi e siti UNESCO, tutto su quattro ruote.

Share your love

  • Oltre 14.000 stazioni di ricarica per auto elettriche disseminate lungo la rete stradale svizzera.
  • Visita i tre castelli medievali di Bellinzona, patrimonio UNESCO dal 2000.
  • Scopri il Kunsthaus di Zurigo, recentemente ampliato dall'archistar David Chipperfield, con opere di Chagall, Van Gogh e Picasso.

La Svizzera, spesso sottovalutata dai viaggiatori italiani, offre un concentrato di storia, arte, cultura e bellezze paesaggistiche. Questo articolo propone un itinerario di 7 giorni per esplorare il paese in auto, toccando le principali città, montagne, laghi e siti UNESCO. La rete stradale svizzera è eccellente, con oltre 14.000 stazioni di ricarica per auto elettriche. Per percorrere le autostrade è necessaria la vignetta autostradale, disponibile anche in formato digitale dal 1° agosto 2023.

Giorno 1: Dal Canton Ticino a Lucerna

L’itinerario inizia dal Canton Ticino, con la prima tappa a Lugano. Questa città, con il suo clima mediterraneo, è perfetta per passeggiare tra i giardini fioriti del lungolago, come il Parco Ciani. Il centro storico offre attrazioni come la Chiesa di Santa Maria degli Angioli, con un affresco rinascimentale di Bernardino Luini. Gli amanti dell’arte contemporanea non possono perdere il LAC (Lugano Arte e Cultura).

Proseguendo, si arriva a Bellinzona, famosa per i suoi tre castelli medievali, Patrimonio dell’UNESCO dal 2000: Castelgrande, Castello di Montebello e Castello di Sasso Corbaro. Il centro storico di Bellinzona è ricco di stradine e scorci medievali, con punti di interesse come Piazza della Collegiata e Piazza Indipendenza.

Il giorno seguente, si prosegue verso Lucerna, situata nel cuore della Svizzera tedesca. La città è famosa per il Kapellbrücke, un ponte pedonale coperto in legno, e il Leone di Lucerna, una scultura nella roccia che commemora le Guardie svizzere cadute durante la Rivoluzione francese. Lucerna offre anche attrazioni culturali come il Bourbaki Panorama e il futurista KKL, progettato dall’architetto Jean Nouvel.

Giorno 2: Da Lucerna a Zurigo

Il viaggio prosegue verso Zurigo, la capitale economica della Svizzera. La città offre un perfetto equilibrio tra tradizione e innovazione, con il suo centro medievale, l’Altstadt, e punti panoramici sulle Alpi e il lago. Tra le attrazioni principali ci sono le torri del duomo di Grossmünster, la chiesa di San Peter e Fraumünster con le vetrate dipinte da Chagall.

Non perdere il Cabaret Voltaire, dove nacque l’avanguardia dadaista nel 1916, e la Sala Giacometti, con il suo soffitto affrescato. Il Kunsthaus, ampliato dall’archistar David Chipperfield, vanta opere di Munch, Picasso, Chagall e Van Gogh. Per i golosi, il Lindt Home of Chocolate offre un’esperienza immersiva nel mondo del cioccolato.

Nei dintorni di Zurigo, la città universitaria di San Gallo è una tappa imperdibile, con la sua abbazia patrimonio UNESCO dal 1983. Le Cascate del Reno, le più spettacolari d’Europa, si trovano a circa 50 chilometri da Zurigo.

Giorno 3: Da Zurigo a Basilea

Basilea, situata sulle sponde del Reno, è una città ricca di storia e famosa per la manifestazione Art Basel. Con oltre 40 musei, Basilea è considerata la capitale culturale della Svizzera. Il Kunstmuseum, il museo Tinguely e il museo Vitra sono solo alcune delle attrazioni principali. La cattedrale di Basilea, con le sue due torri medievali e la tomba di Erasmo da Rotterdam, è un altro punto di interesse.

Basilea è anche nota per la sua attenzione all’ecologia, essendo stata eletta città verde d’Europa nel 2021. Nei dintorni, la Fondation Beyeler a Riehen, progettata da Renzo Piano, è uno dei musei d’arte più belli della Svizzera. Augusta Raurica, un ampio sito archeologico romano, è un’altra tappa interessante.

Giorno 4: Da Basilea a Berna

Berna, la capitale della Svizzera, è famosa per il suo centro storico, patrimonio dell’UNESCO dal 1983. Con le sue case in pietra arenaria, vicoli stretti e sei chilometri di portici, Berna offre un’atmosfera unica. Il campanile della cattedrale, il più alto della Svizzera, offre una vista panoramica sulla città. La Zytglogge, una torre con un orologio astronomico animato, è un’altra attrazione imperdibile.

Al numero 49 di Kramgasse si trova l’appartamento dove visse Albert Einstein, aperto al pubblico. Nei dintorni, il Zentrum Paul Klee, progettato da Renzo Piano, ospita una vasta collezione del pittore Paul Klee.

Giorno 5: Da Berna a Montreux

Montreux, situata sul lago di Ginevra, è famosa per il Montreux Jazz Festival e il Castello di Chillon, una roccaforte dei Savoia. La città è circondata dai terrazzamenti dei vigneti di Lavaux, patrimonio UNESCO. Il Lavaux Express, un trenino turistico, permette di esplorare i villaggi della zona senza bisogno dell’auto.

Giorno 6: Da Montreux a Losanna

Losanna, sede del Comitato Internazionale Olimpico dal 1914, è una città moderna e green, con un ottimo servizio di bike sharing. Il centro storico, vietato alle auto, è perfetto per una passeggiata a piedi o in bicicletta. Tra le attrazioni principali ci sono il Museo Olimpico e le eleganti vie del centro.

Giorno 7: Da Losanna a Ginevra

L’ultimo giorno del viaggio è dedicato a Ginevra, città della Pace e sede di istituzioni umanitarie come le Nazioni Unite, la Croce Rossa e l’UNICEF. Il centro storico, con la sua Place du Bourg de Four e il Jet d’Eau, è perfetto per una passeggiata. Il viaggio si conclude con il rientro in Italia attraverso la Valle d’Aosta.

I nostri consigli di viaggio

Per i viaggiatori occasionali, consigliamo di pianificare il viaggio con anticipo, prenotando alloggi e acquistando la vignetta autostradale. Portate con voi una buona scorta di acqua e snack, poiché i prezzi in Svizzera possono essere elevati.

Per i viaggiatori esperti, suggeriamo di esplorare le strade secondarie e i percorsi meno battuti, come la Tremola, un’antica strada di valico che attraversa il Passo del San Gottardo. Non dimenticate di visitare le attrazioni meno conosciute, come il villaggio di Heidi a Maienfeld o il Gorner Gorge a Zermatt.

La Svizzera offre un’infinità di esperienze uniche, dalle città storiche ai paesaggi mozzafiato, che lasceranno un’impronta indelebile nei vostri cuori. Buon viaggio!


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione AI
Redazione AI

Autore virtuale che seleziona e scrive le notizie redazionali. Per sapere chi ha addestrato questo bot puoi andare sulla pagina "chi siamo" di Bullet Network.

Articles: 936

2 Comments

  1. Bah, saranno anche belli i paesaggi, ma si sa che la Svizzera è carissima! Basta un caffè lì e ti salta il budget per tutta la vacanza! ud83dude05

  2. Wow, questo itinerario sembra davvero interessante! Non ho mai pensato di visitare la Svizzera in auto, ma sembra un modo fantastico per esplorare il paese. Grazie degli spunti!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *