Scopri la Randonnée delle Pre Serre: Tra Natura e Tradizione Calabrese

Un viaggio ciclistico di 150 km attraverso paesaggi incantevoli e borghi storici della Calabria, con degustazioni e celebrazioni locali.

Share your love

  • Percorso di 150 km attraverso le province di Catanzaro e Vibo Valentia, da Amaroni alla costa.
  • Coinvolti ciclisti da tutta Italia, accolti dal sindaco Gino Ruggiero e dai cittadini locali.
  • Evento parte dell'iniziativa 2024 Anno delle Radici Italiane nel Mondo per riscoprire i borghi e le radici culturali italiane.

Il sorprendente itinerario della Randonnée delle Pre Serre rappresenta un viaggio non convenzionale in sella a una bicicletta, che apre a itinerari nuovi e sorprendenti, ricchi di storia, cultura e tradizioni, dove la natura predomina offrendo ai visitatori uno spettacolo straordinario. Questo il senso più profondo della Randonnée delle Pre Serre, che ha preso il via da Amaroni, Città del miele della Calabria, la mattina di sabato 18 maggio. Un percorso di 150 km, in senso anti orario verso la costa tirrenica, attraversando l’entroterra delle province di Catanzaro e Vibo Valentia, fino alle località di mare più suggestive dello Jonio e ritorno.

La manifestazione, alla sua terza edizione, è un itinerario che coniuga passione per il ciclismo, sport e valore del territorio, con un’importante connotazione promozionale, conducendoci al cuore delle radici di una calabresità tutta da scoprire o rivivere, nei suoi straordinari paesaggi, profumi e sapori. Ad accogliere con un caloroso benvenuto il gruppo di ciclisti provenienti dalla capitale, capitanati dall’amaronese Pietro Olivadoti, ideatore della manifestazione e romano d’adozione, una sala consiliare gremita di cittadini, insieme al sindaco di Amaroni Gino Ruggiero, al consigliere regionale Ernesto Alecci, al presidente del Gal Serre Calabresi Marziale Battaglia, e amministratori comunali.

Dopo gli interventi istituzionali, che convergono nel riconoscere all’iniziativa il comune intento di dare valore ai territori, l’investitura degli atleti a Ambasciatori delle Pre Serre, con la consegna da parte del sindaco Ruggiero del “Passaporto” nominativo a ciascuno di loro. Un’edizione molto partecipata, cui hanno contribuito le squadre Ciclomillennio, Cicli Cristini, Disoflex, Anagni Ciclismo, Ciampino Bike, Blokko Racing Team, ASD PICAR, CSAIN Lazio, CB Bike Lamezia e altri appassionati calabresi giunti dalla provincia di Vibo Valentia e Catanzaro, che hanno infoltito il “gruppo romano” in un viaggio esperienziale all’insegna dell’energia, del divertimento e della scoperta.

Un Itinerario Sensoriale

Tanti i luoghi attraversati, dove emerge generosa la natura, in tutta la sua bellezza: l’entroterra angitolano, la Fossa del Lupo, la faggeta e il belvedere di Filadelfia, il platano di Curinga, la costa del soveratese, la scogliera di Caminia. Luoghi incantevoli, dove la magia dei colori si fonde alle emozioni, che emergono via via con tutta la loro imponenza, generando un autentico senso di appartenenza.

La Randonnée delle Pre Serre è stata un itinerario sensoriale, con a corredo l’organizzazione di un laboratorio del gusto dei piatti della tradizione calabrese, arricchito dalla bontà dei prodotti della Gelateria Callipo di Pizzo di Calabria, eccellenza imprenditoriale calabrese, che per l’occasione ha riservato a tutti i partecipanti, accolti con affetto e entusiasmo dal presidente Pippo Callipo, una dolce e generosa area degustativa.

La manifestazione è stata realizzata all’interno dell’iniziativa promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale 2024 Anno delle Radici Italiane nel Mondo, per promuovere la riscoperta dei borghi nella prospettiva del ritorno degli italiani discendenti, suggellando il forte legame identitario con le origini.

Il Grand Tour del Gusto

Prosegue il viaggio nel Bel Paese degli Ambasciatori del Gusto all’insegna della promozione della cultura enogastronomica italiana e della valorizzazione dei territori. La tappa calabrese del “Grand Tour del Gusto”, un viaggio nei sapori delle regioni italiane, sarà ospitato a Rende (CS) il prossimo 6 novembre 2024, presso il Ristorante Agorà dello chef resident Michele Rizzo.

Il progetto prevede un tour di 22 cene a più mani, realizzate in diverse regioni italiane nei ristoranti degli associati coinvolti, in cui ogni cena diventa un’occasione straordinaria per promuovere l’identità e la peculiarità del territorio di appartenenza. L’evento del 6 novembre presso l’Agorà di Rende vedrà partecipare come Ambasciatori gli chef Gianvito Matarrese, Pascal Barbato, Orazio Chiapparino, Giuseppe Romano, Pierluigi Vacca e Vincenzo Pennestrì, che accompagneranno il collega Michele Rizzo in un viaggio culinario corale, che partirà dai piatti della tradizione locale per giungere a una reinterpretazione moderna, di grande curiosità e fascino.

Ogni tappa del Tour, infatti, è l’occasione per scoprire e valorizzare i prodotti e le tecnologie firmate dai membri del Club dei Partner AdG, che contribuiranno così alla realizzazione dei piatti proposti in menù. «Sono onorato che il mio ristorante sia stato scelto come tappa in Calabria – ha dichiarato lo chef Michele Rizzo non appena ha appreso la notizia – e con i miei colleghi chef calabresi che fanno parte dell’associazione, insieme all’esperto di comunicazione e marketing territoriale Valerio Caparelli, stiamo già lavorando alla preparazione dell’evento e a una serie di situazioni collaterali con cui promuoveremo il nostro territorio e il ricco patrimonio enogastronomico di cui è dotato».

Divulgare il valore della cucina significa anche favorire i settori di cultura e turismo, fungendo da volano al settore agroalimentare grazie alla ricerca e promozione di nuovi modi di qualificare le eccellenze del territorio. La cucina italiana è tradizione, ma rappresenta anche l’eccellenza e l’indissolubile legame col territorio: ed è partendo da queste solide fondamenta, trasformandosi attraverso ricerca e innovazione, che il settore cresce e matura nel suo reinventarsi, tornando all’essenziale. A guidare questo lungo e non facile cammino è il gusto, il più complesso tra i cinque sensi poiché nella sua accezione più ampia comprende anche il giudizio estetico e il nostro rapporto con la bellezza. E sono proprio gli Ambasciatori del Gusto a interpretare e rappresentare in tutto il mondo il concetto italiano di gusto, proprio come faranno il 6 novembre all’Agorà di Rende.

Kalabria Coast to Coast: Un Viaggio tra Mare e Montagna

Dalle bianche spiagge della Costa degli Aranci, partendo da Soverato e attraversando il territorio montano delle Preserre Calabre, passando per gli incantevoli borghi di Petrizzi, San Vito sullo Ionio e Monterosso Calabro, giungendo nella pittoresca Pizzo che si erge a picco sulle dorate spiagge tirreniche della Costa degli Dei. Il percorso si svolge sul Cammino Kalabria Coast to Coast, un percorso naturalistico da assaporare a passo lento tra distese di ulivi secolari, filari di vite, campi di grano e fichi d’India, boschi di castagni e faggi secolari, pittoresche pietre granitiche modellate dal tempo e la magnifica oasi naturalistica del lago Angitola.

Ma è soprattutto un viaggio alla scoperta di quegli antichi sapori e valori che sono le radici di questa meravigliosa Terra, ricca di storia e cultura millenaria e dove il tempo sembra essersi fermato. Il nostro viaggio in bicicletta si svilupperà ad anello con rientro al punto di partenza.

1° Giorno: Arrivo a Soverato. Incontro con la guida presso la struttura ospitante e prova delle bici. Dopo la visita al centro storico, cena tipica e pernotto.

2° Giorno: Da Soverato a Monterosso Calabro. La prima parte di questo cammino in bicicletta inizia tra palme e oleandri, fino alla vetta del monte La Rosa, dove si potrà godere di un’incantevole vista panoramica su tutto il Golfo di Squillace. Dalla stele di Sant’Antonio da Padova, patrono di Petrizzi, incomincia la discesa verso il centro abitato dove è possibile visitare la centralissima Piazza Regina Elena con al centro il suo caratteristico pioppo nero e la sua “menzalora”, antica unità di misura delle granaglie. Da Petrizzi a Monterosso Calabro, comincia il vero trail. Il percorso totalmente immerso in campagna arriverà fino all’ex casello in pietra della Stazione di San Vito sullo Ionio. Il percorso si addentra in un’immensa foresta di faggi dove si raggiunge il punto più alto di tutto il percorso in cui è possibile ammirare le numerose niviere e la leggendaria “pietra della fata”. Arrivo in residenza. Cena tipica e pernottamento. (circa 58 km)

3° Giorno: Da Monterosso Calabro a Tropea. Il percorso prosegue all’interno dell’oasi naturalistica tra i meravigliosi scorci del lago. L’itinerario ci permette di godere di una splendida vista su tutto il panorama delle Serre. Scendendo verso Pizzo, nelle giornate più serene, il panorama offre uno sguardo su tutto il Golfo di Sant’Eufemia, l’isola di Stromboli e i monti dell’Orsomarso nel Parco Nazionale del Pollino con una vista senza eguali sulla Costa degli Dei. Giungiamo fino all’affascinante Castello Aragonese. Successivamente raggiungeremo la rinomata Tropea, perla del Tirreno, una delle località più conosciute ed apprezzate dai turisti. Passeremo dal promontorio di Capo Tonnara, uno splendido luogo a picco sul mare immerso in 30.000 mq di macchia mediterranea che si affaccia su una baia di rara bellezza, bagnata da un mare cristallino e costeggiata da scogliere sommerse. Arrivo in residenza. Cena tipica e pernottamento. (circa 45 km)

4° Giorno: Da Tropea a Taurianova. Oggi pedaliamo nella Piana di Gioia Tauro per raggiungere il borgo di Cinquefrondi, un paese adagiato sulle lussureggianti pendici dell’alta Piana di Gioia Tauro. Passeremo anche da Capo Vaticano (con un affaccio sul Tirreno spettacolare) e attraversiamo la Costa degli Dei, raggiungendo i due antichi borghi di Joppolo e Caroniti, caratterizzati da stradine realizzate in pietra granitica del luogo, ammirando il golfo di Gioia Tauro con il suo porto, lo Stretto di Messina e l’Etna, lo Stromboli e le isole Eolie. Raggiungeremo Nicotera prima di immetterci nella Piana di Gioia Tauro e arrivare a Cinquefrondi. Cena e Pernottamento. (circa 68 km)

5° Giorno: Da Taurianova a Roccella Ionica. Oggi ritorniamo sulla costa ionica, conosciuta anche con il nome di Costa dei Gelsomini. Qui le spiagge sono grandi e sabbiose e la costa è selvaggia in un territorio che fonde storia e bellezze naturali. Pedaleremo nel cuore della Locride, con visita a Gerace, uno dei Borghi più belli d’Italia, è un luogo in cui si respira un’aria medievale. Continueremo sullo Ionio fino a Roccella Ionica attraverso Locri, Siderno e Gioiosa Ionica. Cena sul mare per celebrare l’arrivo sulla riviera. Pernottamento. (circa 50 km)

6° Giorno: Da Roccella Ionica a Soverato. Pedalata sul mare fino a Riace Marina, lungo un percorso che attraversa la splendida natura circostante, si arriva nel piccolo borgo, passando dall’antica porta in ciottoli di pietra. Continueremo verso Monasterace, il piccolo borgo ci accoglie dolcemente adagiato tra le alture della valle dello Stilaro e dell’Allaro. (possibile deviazione verso Stilo, che appartiene al circuito dei Borghi Più Belli d’Italia). Saliremo verso Badolato per poi continuare la pedalata scendendo lungo la litoranea fino ad arrivare al punto di partenza di Soverato, per festeggiare l’arrivo di questo grande traguardo in bicicletta. Cena e pernottamento. (circa 63 km)

7° Giorno: Partenza. Dopo la colazione in albergo, rientro verso le proprie destinazioni.

I nostri consigli di viaggio

Se siete viaggiatori occasionali e state pianificando un viaggio in Calabria, vi consigliamo di esplorare i percorsi ciclistici come la Randonnée delle Pre Serre o il Kalabria Coast to Coast. Questi itinerari vi permetteranno di scoprire la bellezza autentica della regione, immergendovi nella natura e nelle tradizioni locali. Non dimenticate di assaporare i piatti tipici della cucina calabrese, che rappresentano una parte fondamentale dell’esperienza di viaggio.

Per i viaggiatori esperti, suggeriamo di approfondire la conoscenza dei borghi storici e delle eccellenze enogastronomiche locali. Partecipare a eventi come il Grand Tour del Gusto può offrire un’opportunità unica di degustare piatti preparati da chef rinomati e di scoprire nuovi sapori e tecniche culinarie. Inoltre, esplorare le aree meno conosciute della Calabria, come i piccoli borghi dell’entroterra, può rivelare tesori nascosti e offrire un’esperienza di viaggio autentica e indimenticabile.

Viaggiare in Calabria significa immergersi in una terra ricca di storia, cultura e bellezze naturali. Che siate ciclisti appassionati, amanti della buona cucina o semplicemente curiosi esploratori, questa regione saprà sorprendervi e affascinarvi con le sue mille sfaccettature. Buon viaggio!


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 916

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *