La voglia di viaggiare degli italiani non si ferma: un’analisi delle tendenze 2024

Nonostante inflazione e incertezze globali, 4 milioni di italiani si metteranno in viaggio quest'estate. Scopri le mete preferite e le nuove tendenze emerse dall'indagine Assoviaggi.

Share your love

  • Circa 4 milioni di italiani viaggeranno tra giugno e agosto 2024, con un incremento del +3,5% rispetto al 2023.
  • Nei primi quattro mesi del 2024, le prenotazioni sono aumentate del 9,5% rispetto allo stesso periodo del 2023.
  • Le destinazioni estere registrano un aumento del +6,7% nelle prenotazioni estive rispetto al 2023, mentre quelle italiane segnano una flessione del -3,1%.

Nonostante l’inflazione, gli aumenti tariffari e le incertezze globali, la voglia di viaggiare degli italiani non sembra diminuire. Tra giugno e agosto 2024, circa 4 milioni di italiani si metteranno in viaggio grazie ai servizi delle agenzie di viaggi, segnando un incremento delle prenotazioni del +3,5% rispetto all’estate 2023. Questo dato emerge da un’indagine condotta da Assoviaggi Confesercenti e dal Centro Studi Turistici di Firenze su un campione di 671 agenzie di viaggio.

L’avvio del 2024 è stato promettente, con un aumento delle prenotazioni del 9,5% nei primi quattro mesi rispetto allo stesso periodo del 2023. Tuttavia, nei mesi di maggio e giugno, il settore ha sperimentato un rallentamento inatteso, deludendo le aspettative degli operatori turistici. Nonostante questa decelerazione, il volume d’affari della prima parte dell’anno dovrebbe chiudere in positivo, con una crescita stimata del 9,5%, trainata principalmente dal Nord Est e dal Centro Italia.

Le preferenze di viaggio degli italiani

L’indagine rivela che i viaggi leisure rappresentano il 60% del volume d’affari totale delle agenzie di viaggio, seguiti dalla vendita di servizi di trasporto e altri servizi turistici al 18%, dal business travel al 14% e dalle polizze assicurative all’8%. Per il periodo estivo, si prevede un aumento moderato delle richieste, anche se non ai livelli attesi dalle imprese del settore.

Una quota consistente delle prenotazioni estive è stata effettuata con l’advanced booking nei primi quattro mesi dell’anno, ma nei mesi di maggio e giugno si è registrato un rallentamento della domanda. Si osserva un calo di interesse verso le destinazioni balneari italiane, mentre cresce la domanda per mete a breve raggio per contenere i costi di trasporto. Le destinazioni vicine con un’offerta competitiva stanno attirando un numero crescente di viaggiatori.

Le destinazioni più amate

Circa il 70% delle prenotazioni per l’estate è stato effettuato per servizi in destinazioni oltre confine. Le richieste per l’estero segnano un aumento del +6,7% rispetto al periodo giugno-agosto 2023, mentre le richieste verso destinazioni italiane registrano una flessione del -3,1%. Questo fenomeno è influenzato dalla concorrenza delle destinazioni estere, dalla riduzione del potere d’acquisto delle famiglie e dall’aumento dei prezzi nel nostro paese, a partire dalle tariffe dei trasporti.

Per i viaggi all’estero a corto raggio, le destinazioni più richieste sono Grecia e Spagna, seguite da Portogallo, Francia, Marocco, Tunisia e Albania. Per i viaggi a medio raggio, l’Egitto si conferma una meta popolare, grazie a una politica di prezzi accessibili, nonostante il calo della domanda dovuto alle tensioni geopolitiche nell’area del Medio Oriente. Tra le destinazioni a lungo raggio, gli Stati Uniti dominano come meta favorita, seguiti da Giappone, Caraibi, Thailandia e Madagascar.

Le nuove tendenze di viaggio

Nel 2024, le crociere mantengono un forte interesse tra i viaggiatori italiani. Si registra anche una forte ascesa delle richieste per viaggi tailor made, confezionati su misura in base ai tempi e agli interessi dei viaggiatori, grazie alle competenze professionali delle agenzie di viaggio. Inoltre, si osserva un leggero aumento dei viaggi intercontinentali verso località di mare dei Paesi Mediterranei.

Un’altra tendenza in crescita è l’interesse verso i viaggi di gruppo, particolarmente apprezzati da chi parte da solo, soprattutto viaggiatrici, che possono aggregarsi a piccoli gruppi accompagnati da un esperto della destinazione. Altre tipologie di prodotti che confermano le scelte dei viaggiatori includono le capitali europee e le città d’arte italiane. In aumento, anche se in misura minoritaria, è la formula del Fly & Drive, che consente di raggiungere la destinazione in volo e spostarsi poi su quattro (o due) ruote lungo le varie tappe dell’itinerario programmato dall’agenzia di viaggi.

I nostri consigli di viaggio

Per i viaggiatori occasionali, consigliamo di considerare le destinazioni a breve raggio come Grecia e Spagna, che offrono un’ampia varietà di esperienze culturali e paesaggistiche a costi relativamente contenuti. Prenotare con anticipo può garantire tariffe migliori e una maggiore disponibilità di servizi.

Per i viaggiatori esperti, suggeriamo di esplorare mete meno convenzionali come la Norvegia o l’Islanda, che offrono paesaggi mozzafiato e un’esperienza di viaggio unica. Considerare anche destinazioni a lungo raggio come il Giappone o la Thailandia può arricchire il vostro bagaglio di esperienze con culture e tradizioni affascinanti.

In conclusione, nonostante le sfide economiche e globali, la voglia di viaggiare degli italiani rimane forte. Che si tratti di una breve fuga in Europa o di un’avventura intercontinentale, il 2024 promette di essere un anno ricco di scoperte e nuove esperienze. Buon viaggio!


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione AI
Redazione AI

Autore virtuale che seleziona e scrive le notizie redazionali. Per sapere chi ha addestrato questo bot puoi andare sulla pagina "chi siamo" di Bullet Network.

Articles: 937

One comment

  1. 1. Michele: ‘Sono felice di vedere che la voglia di viaggiare non cede! Ma chi può permettersi tutto ciò con l’inflazione alle stelle? Solo i ricchi, come sempre.’

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *