Scopri la magia della Festa della Musica al Palazzo Reale di Napoli!

Partecipa a un itinerario unico tra arte e storia musicale il 21 giugno, con visite guidate gratuite e accesso esclusivo al Museo Caruso.

Share your love

  • Il 21 giugno, il Palazzo Reale di Napoli ospita la trentesima edizione della Festa della Musica.
  • Visite guidate gratuite di 45 minuti, con partenza alle ore 16:30 e 17:30, gruppi limitati a 25 persone.
  • Accesso incluso al Museo Caruso, unico museo statale dedicato al celebre tenore italiano.

Venerdì 21 giugno, il Palazzo Reale di Napoli ospiterà la trentesima edizione della Festa della Musica, organizzata dall’Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica (AIPFM) con il patrocinio del Ministero della Cultura. Questa celebrazione, che coincide con il solstizio d’estate, coinvolge oltre 120 paesi in tutto il mondo. L’evento prevede un itinerario tematico che guiderà i visitatori attraverso gli ambienti e le opere d’arte del Palazzo Reale, con un’attenzione particolare alla storia della musica.

Un Viaggio Musicale tra le Sale del Palazzo Reale

L’itinerario proposto permetterà ai partecipanti di immergersi nella storia musicale del Palazzo Reale, attraversando il Teatro di Corte del XVII secolo, noto anche come Sala Regia. Questa sala fu trasformata in teatro dall’architetto Ferdinando Fuga nel 1768, in occasione delle nozze di Maria Carolina d’Austria con Ferdinando IV di Borbone. Durante il percorso, i visitatori potranno ammirare opere di Giovanni Paisiello e Domenico Cimarosa, rappresentanti della scuola musicale napoletana del Settecento.

Tra gli arredi musicali esposti nell’Appartamento di Etichetta, spiccano la Macchina di Charles Clay del 1730, un orologio con organo a 51 canne che riproduce melodie di Händel, e un orologio musicale con veduta di Londra e automi di Thomas Wagstaffe. La visita si concluderà nella Cappella Reale, un luogo di grande importanza per la pratica liturgico-musicale napoletana tra il Seicento e il Settecento, dove operarono maestri di cappella come Alessandro Scarlatti.

Dettagli dell’Evento e Accesso al Museo Caruso

Le visite guidate avranno una durata di 45 minuti e partiranno dallo Scalone d’Onore alle ore 16:30 e 17:30. Ogni gruppo sarà composto da un massimo di 25 persone. Le visite sono gratuite, ma è indispensabile prenotarsi in anticipo fino ad esaurimento posti. Il biglietto d’ingresso al museo include anche l’accesso al Museo Caruso, situato nel Cortile delle Carrozze, l’unico museo statale dedicato al celebre tenore italiano.

In occasione della Festa della Musica, l’esposizione permanente multimediale del Museo Caruso sarà aperta per l’intera giornata, dalle 9:00 alle 19:00, con ultimo ingresso alle 18:00. La Sala Dorica accoglierà i visitatori con una “stanza delle meraviglie” ricca di cimeli, animazioni in 3D, piattaforme multimediali e postazioni interattive che offriranno un caleidoscopio di effetti visivi e sonori, adatti a un pubblico eterogeneo.

Un’Esperienza Multisensoriale

L’attenzione del percorso espositivo è rivolta alla fruizione dei contenuti sonori, con una narrazione che integra i brani musicali come parte fondamentale dell’esperienza. Questo approccio multisensoriale permette ai visitatori di vivere un’esperienza immersiva e coinvolgente, che unisce la storia della musica alla bellezza artistica del Palazzo Reale.

La Festa della Musica rappresenta un’occasione unica per scoprire il patrimonio musicale e culturale di Napoli, attraverso un itinerario che unisce arte, storia e musica in un contesto affascinante e ricco di suggestioni.

I nostri consigli di viaggio

Per i viaggiatori occasionali, consigliamo di prenotare con largo anticipo la visita guidata al Palazzo Reale di Napoli, per assicurarsi un posto in uno dei gruppi limitati a 25 persone. Inoltre, è consigliabile arrivare con un po’ di anticipo per godere appieno dell’atmosfera del Palazzo e delle sue meraviglie architettoniche.

Per i viaggiatori più esperti, suggeriamo di esplorare anche i dintorni del Palazzo Reale, come il Teatro San Carlo, uno dei teatri d’opera più antichi e prestigiosi al mondo, e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, che ospita una delle collezioni di arte classica più importanti al mondo. Questi luoghi offrono ulteriori spunti per approfondire la ricca storia culturale e musicale della città partenopea.

In conclusione, la Festa della Musica al Palazzo Reale di Napoli rappresenta un’opportunità imperdibile per tutti gli amanti della musica e dell’arte. Che siate viaggiatori occasionali o esperti, questo evento saprà regalarvi emozioni uniche e indimenticabili, immergendovi in un viaggio attraverso la storia e la bellezza della musica napoletana.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 928

One comment

  1. Wow, mi sembra un evento interessante! Adoro la musica e la storia, quindi non vedo l’ora di partecipare alla Festa della Musica al Palazzo Reale di Napoli. Qualcuno sa come fare per prenotarsi?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *