Perché la riapertura dell’Anfiteatro Romano di Catania è un evento imperdibile?

Scopri come il 'Colosseo Nero' torna a splendere grazie a un ambizioso piano di valorizzazione culturale e turistica, con nuove tecnologie e servizi per i visitatori.

Share your love

  • Riapertura dell'Anfiteatro Romano di Catania il 3 luglio 2024 dopo tre anni di chiusura.
  • Piano di valorizzazione con video e didascalie scientifiche realizzate dal CNR e dall'Università di Catania.
  • Orari di apertura: 9:00 - 19:00 ogni giorno, con biglietto d'ingresso a 4 euro.

Il 3 luglio 2024 segna una data storica per la città di Catania: l’Anfiteatro Romano di piazza Stesicoro, noto anche come il “Colosseo Nero”, ha riaperto le sue porte dopo tre anni di chiusura. La gestione del monumento è passata dalla Regione al Comune, che ha elaborato un piano di valorizzazione turistica e culturale per uno dei siti archeologici più importanti della città.

Alla cerimonia di riapertura hanno partecipato numerose autorità, tra cui il prefetto Maria Carmela Librizzi, il questore Giuseppe Bellassai e il rettore Francesco Priolo, rispondendo all’invito del sindaco Enrico Trantino. La presenza di queste figure istituzionali ha sottolineato l’importanza dell’evento per la comunità catanese.

Un monumento unico nel suo genere

L’Anfiteatro Romano di Catania, costruito in pietra lavica, è il secondo monumento romano più grande dopo il Colosseo di Roma. Questo straordinario esempio di architettura antica, definito appunto il “Colosseo Nero”, è celebre per i suoi leggendari sotterranei e per la capacità di ospitare fino a 15.000 spettatori. La riapertura del sito ha permesso ai visitatori di ammirare scorci e resti di un’arena che per anni sono stati interdetti al pubblico.

Il sindaco Trantino ha dichiarato: “Non ci siamo fermati di fronte alla facile scusa delle carenze di personale che avevano paralizzato la fruizione del sito. Abbiamo sfidato la burocrazia e fatto vincere Catania e i catanesi, restituendo alla città uno scrigno di bellezza e un segno di ritrovato orgoglio cittadino”. L’obiettivo dell’Amministrazione Comunale è stato quello di adeguare il sito alle moderne esigenze del turismo, con nuovi servizi e tecnologie che incrementeranno l’attrattività del monumento.

Un piano di valorizzazione ambizioso

Il piano di valorizzazione dell’Anfiteatro Romano prevede l’implementazione di video e didascalie scientifiche realizzate grazie al contributo del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e dell’Università di Catania. Questo progetto scientifico, avviato anni fa, è stato aggiornato per offrire ai visitatori un’esperienza educativa e coinvolgente.

Il monumento sarà aperto ogni giorno dalle 9:00 alle 19:00, con servizi di biglietteria e gestione degli accessi affidati a CoopCulture, la stessa organizzazione che cura servizi simili nella Valle dei Templi e in altri siti archeologici. Il Comune di Catania ha inoltre messo a disposizione giovani del servizio civile per supportare la gestione del sito.

Il biglietto d’ingresso è fissato a 4 euro, con riduzioni per studenti universitari, scuole, anziani oltre i 65 anni, militari e cittadini residenti. L’ingresso è gratuito per persone disabili, bambini minori di dieci anni, guide turistiche e giornalisti. Durante il pomeriggio inaugurale, l’accesso è stato gratuito per tutti, con performance artistiche degli orchestrali del Conservatorio Vincenzo Bellini di Catania.

I nostri consigli di viaggio

La riapertura dell’Anfiteatro Romano di Catania rappresenta un’opportunità imperdibile per i viaggiatori occasionali e per gli appassionati di storia e archeologia. Consigliamo di visitare il sito nelle prime ore del mattino per evitare le folle e godere di una visita più tranquilla e approfondita. Non dimenticate di approfittare delle visite guidate offerte dall’associazione provinciale delle Guide Turistiche, che arricchiranno la vostra esperienza con racconti e particolari storici affascinanti.

Per i viaggiatori esperti, suggeriamo di esplorare anche altri siti archeologici della Sicilia, come la Valle dei Templi ad Agrigento, per avere una visione completa del patrimonio storico dell’isola. Pianificate il vostro itinerario con attenzione, tenendo conto degli orari di apertura e delle eventuali riduzioni sui biglietti d’ingresso.

In conclusione, la riapertura dell’Anfiteatro Romano di Catania è un evento che celebra non solo la bellezza e la storia di un monumento unico, ma anche la resilienza e l’orgoglio di una comunità che ha saputo superare le difficoltà burocratiche per restituire alla città uno dei suoi tesori più preziosi. Viaggiare significa anche scoprire e apprezzare queste storie di rinascita e valorizzazione culturale, che rendono ogni destinazione unica e indimenticabile.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 916

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *