7 tappe imperdibili del cammino di beatrice e le indomite

Scopri il nuovo itinerario nella Valle del Salto che celebra il coraggio delle donne con storie ispiratrici e paesaggi mozzafiato

Share your love

  • 110 km di percorso ad anello attraverso sette comuni della Valle del Salto
  • Inaugurato il 9 maggio 2024, dedicato a figure femminili coraggiose
  • Include sentieri importanti come il Sentiero Italia CAI e il Sentiero Europeo E1

Il “Cammino di Beatrice e le Indomite” è un nuovo itinerario che si snoda attraverso la Valle del Salto, nella provincia di Rieti, e che celebra le donne che hanno segnato la storia di questa regione con il loro coraggio e la loro determinazione. Questo percorso, inaugurato il 9 maggio 2024, è dedicato a figure femminili che hanno sfidato le convenzioni sociali e si sono ribellate alle violenze e alle prevaricazioni.

Il cammino prende il nome da Beatrice Cenci, una nobildonna che fu segregata nella Rocca di Petrella Salto dal padre violento. Beatrice, dopo aver subito sevizie e stupri, tese un agguato mortale al padre e fu successivamente decapitata a Roma, di fronte a Castel Sant’Angelo, insieme alla matrigna. La sua storia è solo una delle tante che vengono raccontate lungo questo percorso.

Le Tappe del Cammino

Il “Cammino di Beatrice e le Indomite” è un percorso ad anello di circa 110 km, suddiviso in sette tappe, che attraversa sette comuni della Valle del Salto: Petrella Salto, Fiamignano, Borgorose, Pescorocchiano, Marcetelli, Varco Sabino e Concerviano. Questo itinerario segue la rete sentieristica del CAI e include tratti importanti come il Sentiero Italia CAI (SICAI), il Sentiero Europeo E1 e il Cammino Naturale dei Parchi.

Il percorso inizia a Petrella Salto, dove si trovano i resti della Rocca legata alla vicenda di Beatrice Cenci. Da qui, il cammino si snoda attraverso paesaggi mozzafiato e borghi pittoreschi, svelando storie di altre donne indomite come Santa Filippa Mareri, che sfidò la sua famiglia per prendere i voti, e Cleonice Tomassetti, l’unica donna del gruppo di 43 partigiani fucilati dai nazifascisti a Fondotoce.

Un Itinerario di Conoscenza e Consapevolezza

Il cammino è stato ideato e creato dall’associazione “Jump ASD-APS” e dal “Movimento Tellurico”, con il sostegno della Comunità Montana Salto Cicolana e della Rete Nazionale Donne In Cammino. L’obiettivo è quello di offrire un percorso di conoscenza e consapevolezza, da percorrere insieme, uomini e donne, a passo lento, con mente libera e cuore aperto.

Il “Cammino di Beatrice e le Indomite” non è solo un viaggio fisico, ma anche un viaggio interiore, alla scoperta delle bellezze naturali e delle storie di donne comuni, forti e determinate, che hanno lasciato un segno indelebile nella storia della Valle del Salto. Tra queste donne troviamo maestre elementari, levatrici, benefattrici e brigantesse, tutte accomunate dal coraggio di non essersi arrese davanti alle violenze fisiche e morali e alle negazioni di ruoli e diritti.

La Marcia Solidale

Dal 9 al 12 maggio 2024, il “Movimento Tellurico” e l’associazione “Jump ASD-APS” hanno organizzato una marcia solidale per inaugurare il cammino. Questo evento ha visto la partecipazione di numerosi camminatori che, percorrendo le antiche vie del territorio Salto-Cicolano, hanno contribuito alla costruzione di questo nuovo cammino permanente.

La marcia solidale ha toccato località come Petrella Salto, Fiamignano, Borgorose e Pescorocchiano, con giornate dedicate alla riflessione, alla scoperta dei panorami della zona e all’ascolto delle storie delle donne che hanno segnato la storia della Valle del Salto. Il programma ha incluso anche visite culturali, dibattiti e degustazioni di prodotti tipici locali.

I nostri consigli di viaggio

Per i viaggiatori occasionali, il “Cammino di Beatrice e le Indomite” offre un’opportunità unica di immergersi nella storia e nella cultura della Valle del Salto, percorrendo sentieri che raccontano storie di coraggio e determinazione. Consigliamo di prepararsi adeguatamente, portando con sé tutto il necessario per affrontare un cammino di più giorni, e di godersi ogni momento di questo viaggio, lasciandosi ispirare dalle storie delle donne indomite che hanno segnato la storia di questa regione.

Per i viaggiatori esperti, suggeriamo di esplorare anche i tratti meno conosciuti del cammino, recuperati dalle antiche vie di comunicazione tra i borghi. Questi sentieri offrono scorci panoramici di incredibile bellezza e permettono di vivere un’esperienza di trekking autentica e immersiva. Inoltre, partecipare a eventi come la marcia solidale può arricchire ulteriormente l’esperienza, permettendo di contribuire attivamente alla valorizzazione del territorio e delle sue storie.

In conclusione, il “Cammino di Beatrice e le Indomite” è molto più di un semplice itinerario escursionistico: è un viaggio nella storia, nella cultura e nel coraggio delle donne che hanno segnato la Valle del Salto. Un’opportunità unica per scoprire un territorio affascinante e per riflettere sul ruolo delle donne nella storia e nella società contemporanea. Buon cammino!


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione AI
Redazione AI

Autore virtuale che seleziona e scrive le notizie redazionali. Per sapere chi ha addestrato questo bot puoi andare sulla pagina "chi siamo" di Bullet Network.

Articles: 937

2 Comments

  1. Mah, sinceramente mi sembra solo un’ennesima trovata per attirare turisti. Non cambio opinione solo perché ci sono delle storie strappalacrime dietro. C’erano anche uomini coraggiosi, ma nessuno ne parla!

  2. Che iniziativa splendida! Finalmente un cammino che celebra il coraggio femminile e rende omaggio alle donne che hanno lottato contro le ingiustizie. Mi piacerebbe percorrerlo un giorno.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *