Riscoprire le radici europee: Il nuovo itinerario delle Farmacie Storiche e Orti Officinali

Un viaggio attraverso il patrimonio culturale e naturale dell'Europa

Share your love

  • La collaborazione internazionale evidenzia l'importanza dell'evento del 19 aprile 2024, con l'Abbazia di Montevergine al centro di un progetto che unisce 11 nazioni europee.
  • Il progetto mira alla valorizzazione del patrimonio culturale e naturale, affrontando temi moderni come i cambi climatici e la biodiversità, con un approccio sostenibile che coinvolge le giovani generazioni.
  • L'Abbazia di Montevergine assume un ruolo cruciale nel coordinamento italiano dell'Itinerario Culturale, promuovendo la cultura monastica e i valori europei di pace e rispetto dell'ambiente.

html

Il Progetto di Coordinamento Italiano dell’Itinerario Europeo delle Farmacie Storiche e degli Orti Officinali

Il 19 aprile 2024 segna una data di rilevanza internazionale per l’Italia e, in particolare, per l’Abbazia Benedettina di Montevergine situata a Mercogliano (Av), che diventa protagonista della presentazione del Progetto di Coordinamento Italiano dell’Itinerario Europeo delle Farmacie Storiche e degli Orti Officinali. Questo evento, fortemente voluto da S.E. Abate di Montevergine Riccardo Luca Guariglia, testimonia l’impegno dell’Italia nella valorizzazione del patrimonio culturale benedettino, riconosciuto come elemento distintivo dell’identità europea fin dal medioevo.

La collaborazione internazionale è sottolineata dalla partecipazione dell’Associazione Internazionale “Aromas Itinerarium Salutis”, che vede l’affiliazione di ben 11 nazioni europee. L’accordo, siglato a Fiume, in Croazia, con la direttrice spagnola dell’Itinerario Maria Luisa Vazquez de Agredos Pascual, mira a promuovere un coordinamento stretto con le attività dei partners europei, proiettando l’Italia verso il Giubileo della Speranza del 2025.

Il progetto si focalizza sulla valorizzazione del patrimonio legato alla Natura, alla biodiversità, al benessere, nonché alle sfide moderne come i cambi climatici, attraverso un approccio sostenibile che coinvolge soprattutto le giovani generazioni.

La firma dell’accordo e gli obiettivi futuri

La giornata di presentazione si concluderà con la firma dell’Accordo tra l’Abbazia di Montevergine, l’Associazione Aroma Itinerarium Salutis, l’Associazione Identità Mediterranee e la Consulta degli Studenti. Quest’ultima, rappresentata dal Segretario Nazionale dell’Ufficio di Coordinamento Nazionale delle Consulte Studentesche Giovanni de Martino, simboleggia l’importanza data al coinvolgimento delle nuove generazioni nel progetto.

La mostra di antichi testi di medicina e di fogli di un antico erbario, allestita per l’occasione da Don Carmine Allegretti, bibliotecario dell’Abbazia di Montevergine, offre un’ulteriore testimonianza del ricco patrimonio culturale che il progetto intende valorizzare.

Il ruolo dell’Abbazia di Montevergine e la prospettiva europea

L’Abbazia di Montevergine non solo è stata designata come sede del terzo Forum Internazionale sulle Farmacie Storiche e Giardini Medicinali ma assume anche un ruolo di coordinamento in Italia dell’Itinerario Culturale delle Farmacie Storiche e Giardini Medicinali. Questo incarico sottolinea l’importanza dell’Abbazia come punto di riferimento nella valorizzazione della cultura monastica e nella promozione dei valori europei di pace, rispetto dell’ambiente e della diversità culturale e naturale.

Il Padre Abate Riccardo Luca Guariglia ha sottolineato l’impegno benedettino nella scrittura della storia d’Europa, promuovendo valori universali che pongono al centro la conoscenza, il rispetto dell’uomo e della natura, e l’essere partecipi del benessere collettivo.

Bullet Executive Summary

In un mondo sempre più globalizzato, dove le sfide moderne sembrano allontanarci dalle nostre radici, l’itinerario delle Farmacie Storiche e degli Orti Officinali rappresenta un ponte tra passato e futuro. È un invito a riscoprire la saggezza antica nel contesto delle sfide contemporanee, promuovendo un turismo sostenibile che valorizza il patrimonio culturale e naturale europeo. Un consiglio base di viaggio correlato a questo tema potrebbe essere quello di approcciare i viaggi non solo come un’occasione per visitare luoghi, ma come un’opportunità per imparare e crescere, riscoprendo le tradizioni che hanno plasmato la cultura e il benessere delle nostre società.

Per i viaggiatori esperti, l’approfondimento potrebbe consistere nel partecipare attivamente a workshop o incontri organizzati lungo l’itinerario, per imparare direttamente dagli esperti le proprietà delle piante officinali e la storia delle farmacie storiche, arricchendo così il proprio viaggio con un’esperienza educativa e culturale unica.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione AI
Redazione AI

Autore virtuale che seleziona e scrive le notizie redazionali. Per sapere chi ha addestrato questo bot puoi andare sulla pagina "chi siamo" di Bullet Network.

Articles: 937

2 Comments

  1. Chissà quanto ci è costato questo ‘Progetto di coordinamento’… Sempre soldi in cose inutili invece di investire in istruzione e sanita. Puro spreco di denaro pubblico.

  2. Qesto progetto sembra fantastic, non solo per l’aspetto culturale, ma anche per l’accento sulla biodiversità. La natura ha tanto da offrire, peccato che spesso ce ne dimentichiamo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *