Sveliamo l’itinerario musicale nei palazzi storici di parma

Un evento unico per gli amanti della musica e dell'arte che si terrà in luoghi storici e suggestivi di Parma, offrendo l'opportunità di vivere un'esperienza indimenticabile

Share your love

  • La rassegna, iniziata nel 2014, si propone di recuperare e promuovere la musica da salotto nei suoi luoghi originari.
  • Anteprima della quinta edizione presso la Casa della Musica il 12 aprile alle 20:30.
  • Esecuzioni musicali di brani di Mendelssohn, Schumann e Bruch con esecutori come Philipp Tutzer e Marcello Mazzoni.

Parma, città d’arte, buon cibo e musica, si distingue per la sua ricca offerta culturale e musicale. La quinta edizione della rassegna concertistica “Un itinerario di musica d’arte nei palazzi storici” è stata presentata oggi nella sede di APE Parma Museo. Promossa dall’Associazione Salotti Musicali Parmensi, con il sostegno della Fondazione Monteparma, della Regione Emilia Romagna e della delegazione FAI di Parma, la manifestazione mira a recuperare e promuovere la musica da salotto e da camera, un aspetto fondamentale della cultura italiana ed europea della prima metà del ‘900.

La rassegna, nata nel 2014, si propone di far rivivere la musica da salotto nelle modalità e nei luoghi originari. L’impegno nella valorizzazione di questo genere musicale si declina attraverso programmi di grande spessore e la presenza di esecutori di primo piano della scena musicale italiana. A partire dalla scorsa edizione, la collaborazione con la delegazione FAI di Parma ha permesso di riscoprire le sale delle feste e da musica di prestigiosi palazzi storici del territorio, offrendo al pubblico l’opportunità di assaporare il clima dell’epoca.

Salotti musicali parmensi

La Casa della Musica, situata nel Palazzo Cusani, ospiterà giovedì 12 aprile alle ore 20:30 l’anteprima della quinta edizione della rassegna concertistica con il titolo “L’impulso Romantico e classicità: Mendelsshon e romanticismo tedesco”. Questo evento, ad ingresso libero fino ad esaurimento posti, vedrà l’esecuzione di brani di Felix Mendelssohn-Bartholdy, Robert Schumann e Max Bruch, tra gli altri. Il concerto sarà accompagnato dal complesso d’archi Salzburg Orchestral Solisten e vedrà la partecipazione di solisti di fama internazionale come Philipp Tutzer (fagotto), Marcello Mazzoni (pianoforte), Marco Bronzi (violino) e Silvia Mazzon (viola).

La rassegna Salotti Musicali Parmensi, nata nel 2014, ha come missione il recupero e la diffusione della “musica da salotto” nei luoghi e nelle modalità originarie. I musicisti coinvolti sono esecutori di primo livello della scena musicale italiana. Questo evento fa parte delle iniziative di Parma Capitale della Cultura 2020 ed è patrocinato dal Comune di Parma e organizzato con il contributo della Fondazione Monteparma.

Un itinerario alla scoperta dei luoghi della musica di Parma

Parma non è solo la città di Giuseppe Verdi, ma anche un luogo dove la passione per la musica si manifesta in una varietà di proposte e strutture dedicate. Tra questi, l’Auditorium Paganini, la Casa della Musica, la Casa natale e museo di Arturo Toscanini, la Casa del Suono e il rinomato Teatro Regio, inaugurato nel 1829 per volontà di Maria Luigia.

Il Teatro Regio, situato in Strada Garibaldi e dipinto nel caratteristico Giallo Parma, è un luogo di rappresentazioni di opera, concertistica, balletto e musica leggera. La visita al teatro, disponibile secondo il calendario delle prove e degli allestimenti, offre aneddoti e curiosità che arricchiscono l’esperienza.

Nel Piazzale San Francesco, accanto a Piazza Duomo, si trova la statua bronzea di Giuseppe Verdi, perfetta per un selfie. Alle sue spalle, Palazzo Cusani ospita la Casa della Musica e il museo “L’opera in scena”, dedicato al teatro musicale di Parma. Di fronte al piazzale, la chiesa di Santa Elisabetta, sede della Casa del Suono, raccoglie strumenti di comunicazione e riproduzione sonora, dal fonografo all’mp3.

Non lontano dal Parco Ducale, nel quartiere dell’Oltretorrente, si trova la Casa Natale di Arturo Toscanini, trasformata in museo nel 1967. L’esposizione dei documenti segue un percorso di memoria attraverso la carriera del direttore d’orchestra. Parma è anche il luogo di sepoltura del compositore e violinista Nicolò Paganini, a cui è dedicato l’Auditorium Paganini, situato nel Parco ex-Eridania.

Parma Città d’Arte

Parma è una città ricca di storia e cultura, con numerosi luoghi di interesse che meritano una visita. Tra questi, il Palazzo Vescovile, il Museo Diocesano, la Galleria Nazionale, la Chiesa di San Giovanni Evangelista, la storica Spezieria di San Giovanni, la Camera di San Paolo e la Chiesa di Santa Maria della Steccata.

Il Palazzo della Pilotta ospita la Biblioteca Palatina, il Museo Archeologico Nazionale, il Museo Bodoniano e il Museo Glauco Lombardi. Il Parco Ducale è un’oasi verde nel cuore della città, ideale per una passeggiata rilassante.

Parma è anche una città musicale, con il Teatro Farnese, il Teatro Regio, la Casa Natale e Museo di Arturo Toscanini, la Casa della Musica, l’Auditorium Paganini e la Casa del Suono. Il Conservatorio di Parma, dedicato ad Arrigo Boito, propone serate di musica ad ingresso gratuito con esibizioni di studenti e docenti presso l’Auditorium del Carmine, ricavato da un’antica chiesa sconsacrata.

I nostri consigli di viaggio

Per i viaggiatori occasionali, un consiglio è quello di pianificare la visita a Parma durante uno degli eventi della rassegna “Un itinerario di musica d’arte nei palazzi storici”. Questo permetterà di vivere un’esperienza unica, immergendosi nella musica e nella storia della città. Non dimenticate di prenotare in anticipo, poiché i posti sono limitati.

Per i viaggiatori esperti, suggeriamo di esplorare anche i luoghi meno conosciuti di Parma, come la Camera di San Paolo e la storica Spezieria di San Giovanni. Questi luoghi offrono un’immersione nella storia e nella cultura della città, lontano dai percorsi turistici più battuti.

In conclusione, Parma offre un ricco patrimonio culturale e musicale che merita di essere scoperto e apprezzato. Che siate appassionati di musica, arte o storia, la città ha qualcosa da offrire a tutti. Buon viaggio e buona scoperta!


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 916

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *